IKEA HardCore Hacking

Il vero Hacker si distingue anche al di fuori dell’ambito informatico.

In effetti, la pratica dell’Hacking consiste nel cercare di capire come funziona una cosa e magari trovare il modo per migliorarla.

Tutto ciò per raccontare una cosa che non centra nulla…o quasi!

Domenica ho, con grande soddisfazione, completato la modifica a dei pensili dell’IKEA (Dio benedica i Punschrulle) che ho comperato per il bagno.

Le specifiche di progetto erano le seguenti:

– Abbastanza capienti
– Coprire l’intera parete a disposizione
– Essere economici…molto economici.

Soluzione :

L’IKEA ha dei pensili per il bagno, ma hanno delle misure un po’ sfortunate, mi spiego: per coprire la parete di ca. 2,40 metri dovevo comperare 5 pezzi, per un costo di circa €150. Il fatto di usare molti pensili porta anche ad uno spreco di spazio in quanto per ogniuno se ne va via lo spessore delle fiancate. Inoltre questi erano alti solo 67cm.

Visto che ho una mezza passione per la falegnameria, io e mia moglie abbiamo dato uno sguardo ai pensili da cucina che sono molto più profondi, ma allo stesso tempo molto più larghi e alti.

La soluzione è stata subito trovata: abbiamo comperato 3 pezzi per ca. €70 e con la sega da banco ho ridotto la profondità degli stessi. La profondità la ho lasciata di un paio di centimetri in più rispetto alla misura standard dei pensili da bagno per recuperare ulteriore spazio.

I benefici ottenuti :

– Spesa dimezzata
– Pensili molto capienti
– Una certa dose di divertimento nel fare il lavoro.

Questo si che è essere dei veri hackers! ;P

Segnalo, in proposito, un link preso a caso dove poter leggere il divertente racconto, nonchè storica vignetta, della migrazione a GNU/Linux di un utente Windows.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.